Siccome mi manca dispensare consigli e rispondere alle richieste più strane, mi sono detta, proviamoci ancora! Più strana è la fobia, più assurdo può essere il rimedio.

Per scrivere questo articolo ho provato a ricordare il mio primo approccio allo spazio, quello cosmico, e la prima cosa che, non so come mai, mi è saltata in testa è Howard e il destino del mondo...

La nostra relazione con lo spazio ha dovuto essere riformulata in questo tempo di malattia...

Se mi guardo indietro e penso a come ho scoperto l’esistenza del sesso, beh, è tutto sbagliato...

Conservo da tempo sulla mia libreria un paio di mutande di carta, non ricordo nemmeno bene dove le ho prese ma le ho sempre adorate e tenute in bella vista. Sono un origami di un poster, al cui interno c’è un fumetto che parla, appunto, di mutande...

Ci sarebbero moltissime cose da dire sulla sessualità...

Ecco, in un anno come quello appena trascorso che ci ha messo tuttə davanti a una versione del nostro mondo - esterno e interiore - inedito e inatteso, io ho continuato a vederci doppio.

I consigli, sotto la doccia, di Simone Resta. Oggi si parla di Futuro.